IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Forum dedicato agli amanti dei grandi cani custodi del gregge Italiani: l'Abruzzese ed il Maremmano.

IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » lun mag 24, 2010 9:14 pm

Buona sera a tutti,
vorrei sapere da Voi
- come un PMA maschio, mentre è al lavoro sul gregge, reagisce al sentore di una femmina in estro nelle vicinanze (nel raggio di 2/3 km); abbandona il gregge?
- una femmina di PMA in estro come reagisce in vista di pretendenti nei pressi del gregge?

Tutto ciò mi interessa poiché vorrei prendere un PMA e delle pecore da carne da fargli accudire ma non so per l'appunto come reagiscano in tempo di calori e desideri.
GRAZIE
ALFREDO
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Marco » mar mag 25, 2010 5:42 am

Dipende da cane a cane.
alcuni lasciano il gregge, altri rimangono al lavoro.
Mi ricordo di una mia femmina che non si faceva montare da cani estarnei e di cani maschi che non lasciavano entrare cagne in calore nel loro recinto.
in termini percentuali è probabilissimo se non certo che il cane una scappatella se la concedi.........
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » mar ago 03, 2010 12:14 pm

Ciao a tutti. ultimamente il lavoro assorbe molto del mio tempo comunque quando posso seguo il forum.
Vorrei sapere se esite un utilizzo del maremmano al di fuori del campo cui è stato selezionato (guardia alle greggi) in cui lo si può utilizzare così da renderlo felice e poterlo far lavorare con il proprio padrone.
Ad esempio: il labrador fu un cane da riporto da acqua, ma eccelle nell'obedince, come cane da fiuto per la ricerca di droga o protezione civile;
il terranova come protezione civile;
ho sentito dire che il san bernardo, nato come cane da salvataggio nei monti innevati eccelle pure come cane custode delle greggi;
i pit bull, al di fuori del campo dei combattimenti, eccelle in weight pool, presa, cani anti droga, difesa personale, obedince, salvataggio in mare (è utilizzato in altitalia), pet terapy (negli usa è formidabile nella pet terapy);
i border collie, ex cani da pastore oggi fanno miracoli su molti fronti tanto che ai vari cruft's di londra che si tengono ogni anno sono tantissimi utilizzati in molti modi;
i dalmata, ex cani da pista di sangue sono noti nei circhi, con gli alani arlecchini e i barboncini (ex cani da riporto da palude e attuali cani da compagnia gli si può insegnare molti giochi);
il maremmano dove potrebbe trovare sbocco nelle molteplici attività? (pet terapy - flayball - salvataggio - ecc ecc?)
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » ven ott 08, 2010 1:14 pm

Ciao Marco e ciao a tutti.
Oggi sono stato da un amico che ha le pecore, e mi ha chiesto un consiglio che io giro a Voi:
- gli hanno regalato un Maremmano Abruzzese qualche mese fa, che lui, su consgilio del prorietario del cane, ha inserito subito nel suo gregge. La cucciolona ora ha 7 mesi, nata e cresciuta nelle greggi (prima di un proprietario, poi nel gregge del mio amico), però ora mostra atteggiamenti aggressivi verso i piccoli di pecora ed è molto, troppo vivace.
Le pecore adulte le fa scorazzare a destra e a manca per la campagna, e se non è stanca ci gioca come gli altri cani fanno con i loro simili, le insegue, cerca di farsi inseguire e le butta a terra, ma con i piccoli è un vero guaio, un paio glie li ha fatti secchi (forse giocando pesante), e gli altri, se il padrone non c'è non vivono un'infanzia felice.
Per il mio amico è la prima esperienza con un cane da pastore. Ha 40 anni, tanti amici pastori ma nessuno sa cosa spinga la cucciolona ad essere così "cane" e così poco "pastore".
Lui è un ex operaio che ha perso il lavoro per problemi di salute e vivendo in campagna ha trovato come soluzione la vita con le greggi ed è alle prime esperienze. La cagna che ha ora è la prima e l'unica del gregge.

Se potete aiutarci con qualche consiglio ve ne sarò grato.

Domeica andrò a trovarlo nuovamente e forse prenderò una pecorella per me.

Vi ringrazio.
ALFREDO.
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Marco » lun ott 11, 2010 6:33 am

Alfredo3 ha scritto:Ciao Marco e ciao a tutti.
Oggi sono stato da un amico che ha le pecore, e mi ha chiesto un consiglio che io giro a Voi:
- gli hanno regalato un Maremmano Abruzzese qualche mese fa, che lui, su consgilio del prorietario del cane, ha inserito subito nel suo gregge. La cucciolona ora ha 7 mesi, nata e cresciuta nelle greggi (prima di un proprietario, poi nel gregge del mio amico), però ora mostra atteggiamenti aggressivi verso i piccoli di pecora ed è molto, troppo vivace.
Le pecore adulte le fa scorazzare a destra e a manca per la campagna, e se non è stanca ci gioca come gli altri cani fanno con i loro simili, le insegue, cerca di farsi inseguire e le butta a terra, ma con i piccoli è un vero guaio, un paio glie li ha fatti secchi (forse giocando pesante), e gli altri, se il padrone non c'è non vivono un'infanzia felice.
Per il mio amico è la prima esperienza con un cane da pastore. Ha 40 anni, tanti amici pastori ma nessuno sa cosa spinga la cucciolona ad essere così "cane" e così poco "pastore".
Lui è un ex operaio che ha perso il lavoro per problemi di salute e vivendo in campagna ha trovato come soluzione la vita con le greggi ed è alle prime esperienze. La cagna che ha ora è la prima e l'unica del gregge.

Se potete aiutarci con qualche consiglio ve ne sarò grato.

Domeica andrò a trovarlo nuovamente e forse prenderò una pecorella per me.

Vi ringrazio.
ALFREDO.


da cuccioli vi possono essere questi problemi.
Occorre che il padrone sia presente nella prima fase in cui il cane si "allena" con il gioco, per correggere eventuali comportamenti errati.
in genere questo problema si verifica se vi sono altri cani anche piccolini che gli fanno scattare questo loro istinto primitivo.
in pratica uno inizia e l'altro finisce l'opera.........
Digli di tenerla separata dagli agnelli in sua assenza e di sgridarla ad ogni accenno di azione sbagliata
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » lun ott 11, 2010 12:30 pm

Grazie per la risposta Marco,
ieri sera ho preso una pecora per me, ora sta nel recinto allestito per lei, al riparo pure dalla pioggia, è ancora un pò diffidente e ha paura del mio cane (labrador/maremmano meticcio) che però la teme perché è una novità assoluta.
Il cane mi ubbidisce dunque penso di farlo abituare presto alla nuova inquilina, ma la pecora non so quanto tempo impiegherà per farsi passare i timori. Mio padre la vuol tenere fino a natale per farne abbacchio. vedremo vedremo.

Un saluto e grazie ancora.
ALFREDO.
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Marco » lun ott 11, 2010 12:51 pm

Alfredo3 ha scritto: Mio padre la vuol tenere fino a natale per farne abbacchio. vedremo vedremo.


ma l'abbacchio non si fa con l'agnello?
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » lun ott 11, 2010 9:10 pm

Ottima osservazione. Mi scuso ma io la chiamo pecora, però effettivamente è l'agnello "sacrificale" per dicembre.
Però io la vivo come miniesperienza con una pecora. L'ho chiamato Dolly anche se è maschio.
La mia idea sarebbe di prendere qualche pecorella, 4/5 forse 7 e un cane da pastore, le pecorelle per tenere pulite alcune zone della mia campagna, il cane pastore (che sommatto ai cani già presenti) fungeranno da protezione poiché nella mia zona c'è un branco di cani randagi. Non sono aggressivi poiché hanno chi li nutre ma ogni tanto rompono le scatole... ad un signore della mia zona che possiede una cinquantina di pecore gli hanno fatto fuori molti agnelli e pecore adulte ma lui non ha alcun cane a proteggere le pecore, ne una recinzione, ne una stalla per la notte e abita a 15 km da dove vivono le pecore.
I miei cani non hanno alcuna esperienza e infatti non gli farò fare i custodi e neppure i conduttori ma in caso di problemi è pur sempre un branco, e comunque di giorno ci sono sempre io in campagna, e la notte avranno la loro stalla protetta da mura, portoni e tettoia, tutto recintato.
Per l'educazione del cane pastore custode vorrei seguire tutta la trafila che seguono i pastori. Ma ovviamente sto studiando tutto il discorso che poi, se riterrò fattibile e attuabile, porterò avanti, ma tutto iniziando dall'anno prossimo.

Voi che ne pensate, si può educare un cane pastore custode a lavorare egregiamente, cercando di tenere vivo l'istinto, pure se il gregge è ridottissimo a pochi esemplari?
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Marco » mar ott 12, 2010 6:08 am

Ovvio che si può. 5 o 20 non fa differenza.
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » gio ott 14, 2010 6:14 pm

Ciao Marco, vorrei chiederti un altro consiglio. secondo te, costituendo un gregge di una decina di pecore, dovrei avvalermi comunque di un cane conduttore o il Maremmano Abruzzese è in grado di svolgere tale ruolo? Ovviamente tengo a precisare che io non intendo aprire un azienda agricola di ovini. Quindi i capi da me tenuti saranno sempre "contati", cioè pochi, intorno alla decina. La mia grande passione sono i cani pastori custodi e il loro carattere e istinto.
Il gregge che vorrei costituire pascolerebbe un pò nella mia campagna, a casa mia, un pò in un terreno da noi affittato per il Prato a zolle che vendo, ma dove in alcuni tratti crescono molte erbacce e dove non cresce il prato che io semino e non posso tagliare se non con il decespugliatore e che è sito a 300/400 metri da casa mia.

In ultima analisi, (per il momento), vorrei sapere se i cani custodi possono o devono dormire nella stalla con le pecore al rientro dal pascolo quotidiano, o vanno tenuti separati dal gregge.

Un saluto.
ALFREDO
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Marco » sab ott 16, 2010 11:33 am

questo dipende da te.
non credo servano conduttori per 20 pecore ma se sei un pigro............
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » dom ott 17, 2010 8:20 pm

Più che pigro è che mi piace che i cani che avrò abbiano un mestiere da svolgere e che sia quel per cui sono stati creati, però senza intaccare il mio lavoro.
Mi piacciono i cani da pastore e visto che posso tenere pure un piccolo gregge vorrei cercare di rendere i cani più indipendenti possibile nel loro lavoro per non interferire.
Comunque sto ponderando tutti i miei progetti organizzando tutto nei minimi dettagli.
Ciao a tutti
ALFREDO.

PS: spero verranno postati presto altri video di Maremmani al lavoro così che sia io che tutti coloro interessati possano valutare le qualità di questi cani.
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda mimmocelentano » dom ott 17, 2010 9:36 pm

ciao alfredo io penso che i cani difensori del gregge debbano assolutamente crescere nel gregge che poi in futuro dovranno accudire,se si spostano in un altro gregge si troverebbero con degli estranei ,quindi essere pericoloso , i cani difendono il gregge perche sono la loro famiglia come farebbe qualsiaSI ALTRO ESSERE VIVENTE . QUINDI ESSENDO NELLA SUA FAMIGLIA DEVE DORMIRE CON LE PECORE .CIAO
mimmocelentano
 
Messaggi: 112
Iscritto il: mer ott 28, 2009 3:06 pm

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Alfredo3 » lun dic 20, 2010 9:11 pm

Ciao a tutti, vorrei sapere se il cane custode, a guardia di un gregge, senza l'ausilio di un conduttore, nel qual caso una pecora si allontana dal gregge, tende ad andarla a recuperare per riportarla con le altre oppure se la segue per proteggerla, o la ignora?

Buone feste a tutti.
ALFREDO.
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: IL PMA AL LAVORO - CONSIGLI

Messaggioda Marco » mar dic 21, 2010 7:01 am

Alfredo3 ha scritto:Ciao a tutti, vorrei sapere se il cane custode, a guardia di un gregge, senza l'ausilio di un conduttore, nel qual caso una pecora si allontana dal gregge, tende ad andarla a recuperare per riportarla con le altre oppure se la segue per proteggerla, o la ignora?

Buone feste a tutti.
ALFREDO.


Beh, io ho notato una cosa.
I Pastori Abruzzesi pur non essendo cani conduttori tendono a stare ai lati del gregge e quindi a tenere unito il gruppo.
è difficile che una pecora si allontani dalle altre salvo se non deve partorire.
Se una pecora si attarda i cani fanno su è giù tra le prime pecore e l'ultima e a volte questo aiuta le pecore a riaccodarsi
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Prossimo

Torna a Abruzzesi - Maremmani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite