Pagina 1 di 1

miocardiopatia dilatativa nel cucciolo di pma

MessaggioInviato: sab dic 30, 2006 10:40 pm
da valeria
mi chiamo Valeria e vi scrivo da Cerenova in provincia di Roma.
sono alla mia seconda esperienza di allevamento con pma e sto affrontando il problema drammatico di una miocardiopatia dilatativa col mio amato cucciolone di otto mesi, cui non resta molto da vivere ( morirà di arresto cardiaco o di edema polmonare).
l' origine del cucciolo è.... pecoraia , lontano dalla logica dell' allevamento intensivo.
la domanda che pongo è circa la frequenza di questa patologia mei pma. Leggendo qua e là non mi sembra una specifica patologia della razza.
che mi dite?

un abbraccio da me da Mosè.

miocardiopatia dilatativa nel cucciolo di pma

MessaggioInviato: dom dic 31, 2006 7:02 am
da Marco
Ciao Valeria e benvenuta nel gruppo.
effettivamente non se ne parla molto in giro.
ma forse ci sono casi ma non sono conosciuti non essendo i cani al lavoro molto controllati....
Quali sono i primi sintomi che ti hanno fatto accorgere della malattia?

sintomi della miocardiopatia dilatativa

MessaggioInviato: dom dic 31, 2006 5:16 pm
da valeria
cercherò di esser sintetica..
la prima fase della patologia ( congenita!!)è asintomatica ( mesi-anni)
può colpire i cuccioloni ( raro) o gli adulti ( picco vs 5 aa)
nella fase asintomatica l' ascultazione del battito, così come la vitalità del cane è normale. Nella fase asintomatica il cuore ed i vasi iniziano a modificarsi, ma i meccanismi circolatori di compenso contengono il quadro. si può avere una miocardiopatia del cuore dx o sin.
la fase sintomatica è caratterizzata da:
facile affaticabilità, respiro affannoso anche a riposo ( no rantolo), turbe del ritmo cardiaco ( tachicardia aritmica), aspetto più o meno sofferente dell' animale, crescita lenta ( se cucciolo) ascite addominale ( "pancione a barile"), polso buono, il cane appena può si sdraia ( cosa tipica dei pma...!).
la diagnosi va fatta mediante lastre rx al torace ed all' addome, obbligatorio anche l' ecocardiogramma. il cuore appare ingrossato ma non "a pallone", cosa che si verifica nel versamento pericardico ( vd avvelenamento da topicida) e che è elemento di diagnosi differenziale.
la sopravvivenza è max 1 anno, specie per i cuccioloni.
una volta fatta la diagnosi si danno diuretici, ace- inibitori, beta bloccanti.
la terapia ha lo scopo solo di assicurare una discreta qualità di vita fino al decesso. se il cane va in edema polmonare è preferibile aiutarlo a morire.

rimango a disposizione per ulteriori info.

ciao
valeria

miocardiopatia dilatativa

MessaggioInviato: dom dic 31, 2006 6:32 pm
da Marco
Molto esaustiva!!
ti chiedo questo perchè è difficile scoprirne le cause senza visita veterinaria e dubito che i pastori scoprano queta malattia.
In ogni caso le morti ad un anno sono molto rare e quindi ne deduco che questa malattia non è molto diffusa.
Lo è di più in razze come Boxer, Dobermann, Cocker Spaniel, Alani, San Bernardo, Irish Wolfhound, Terranova, Levrieri Afghani.

MessaggioInviato: mer gen 17, 2007 9:17 pm
da valeria
le miocardiopatie nel cucciolone sono decisamente rare, e spesso quelle destre esitano in morte improvvisa: il cane si accascia e in pochi minuti, ( possibili le convulsioni,) muore.
questo potrebbe essere scambiato per avvelenamento, specie se il cane lavora in ambienti dove l' uso di esche avvelenate è probabile. l' edema polmonare riguarda più le disfunzioni del cuore sinistro ( circolo del sangue ossigenato). Nel nostro caso ( patologia a destra) stiamo vivendo ogni giorno chiedendoci se domattina Mosè ci leccherà la faccia per dirci che è ora di andare a far pipì.
un ciao da Cerenova.