Presentazioni

Forum dedicato agli amanti dei grandi cani custodi del gregge Italiani: l'Abruzzese ed il Maremmano.

Re: Presentazioni

Messaggioda Marco » gio nov 19, 2009 1:44 pm

Alessandro. ri riconfermo che non ho accusato te ne altri qui.
ho specificato nel mio messaggio NON E' QUESTO IL CASO.
Credo si debba fare una differenza tra il dire: il cane non deve predare le pecore
e la frase: il cane non deve avere istinto predatorio.
è chiaro che se si ha un cane per difendere le pecore questo non le deve attaccare.
Ma se ci vive insieme non lo farà.
Ora ti faccio un esempio:
se tu lasci vivere dei PMA con dei lupi pensi che da grandi li attaccheranno? io dico di no.
L'istinto predatorio è sempre presente in tutti i cani e deve starci altrimenti il cane non difenderebbe il gregge.
Poi ognuno valuta quali parametri siano meglio per avere il miglior cane.
io uso altri metodi per scegliere i miei soggetti poi sta ai posteri dire se ho fatto bene o male.
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: Presentazioni

Messaggioda paolo » gio nov 19, 2009 3:34 pm

Purtroppo il lavoro non consente di dedicarsi sempre e comunque alle proprie passioni, per cui solo ora riesco a rispondere a Marco.
Con la simpatia che provo nei Tuoi confronti per l' entusiasmo e la passione che metti nel promuovere il ns. cane, temo che talvolta le Tue risposte abbiano un impeto emotivo, che non reputo assolutamente un difetto, anzi.
Mi spiego meglio. Quando affermi che il cane in questione "non è fuggito lontano dalla proprietà", riga 5 della Tuo intervento delle 13,55 del 17.11, entri in netta contraddizione con quanto riportato nel racconto di MM, sulle parole del guardiacaccia, che asserisce di avere visto " inseguirli assai lontano".
A tal proposito a pag 277 del JOURNAL OF RANGE MANAGEMENT 36(3), Maggio 1983, troviamo una disquisizione di Coppinger corredata da interessanti grafici, in cui si parla per l' appunto del posizionamento del cane in relazione ai beni da proteggere. Visto che anch' io non ho pecore mi piace però pensare che i miei facciano buona guardia alla mia proprietà con o senza la mia presenza, comportamento che dovrebbe essere proprio della razza.
Altresì è curioso il passaggio in cui si parla della caccia al cinghiale.
Da alcuni anni frequento con regolarità le zone che vanno dal Teramano a Campo Imperatore, dalla Marsica sino alle Puglie e "disturbo" con le mie intrusioni chiunque, in particolare semplici pastori, passa aiutarmi ad acculturarmi sui ns. cani.
Pertanto ho sentito decantare gesta incredibili di cani straordinari, dove poi realmente arrivi la realtà e dove inizi la fantasia, non mi è dato sapere.
Tuttavia, fino ad ora, che un singolo cane avesse ammazzato ( non messo in fuga) un cinghiale, ancora non l' avevo sentito.
Fino al momento in cui non vedrò documenti inconfutabili su un tale evento, permettetemi di rimanere scettico.
Infatti, leggo sempre nell' intervento del 17.11, che "hanno riportato le prede a casa. Questo testimonia che i cinghiali sono andati vicino loro (i cani n.d.s.)e che quindi hanno eliminato il pericolo in questo modo".
Se verranno portate prove documentate sul tale evento, sono pronto a cospargermi il capo di cenere e fare pubblica ammenda, nel frattempo rimango della mia opinione.
Riguardo anche il carattere e comportamento del PMA, nel sito ufficiale del CPMA si legge " senza mai aggredire in modo sconsiderato, limitandosi anzi, a meno di casi eccezionali, ad un' azione meramente dissuasiva": tutto si può dire leggendo questa e altre che seguono, ma non che siamo in presenza di un animale con alto istinto predatorio.
Non c'è alcuna nota polemica, come ben vedi, in queste mie parole, solo il desiderio di confrontarsi con passione e rispetto sulle varie affermazioni espresse in questi "botta e risposta", rimanendo sempre nel seminato, ossia negli argomenti propri della discussione.
Mi riprometto altresì di tirar fuori i testi dei vari autori, forse sono più disordinato di te, per comunicarVi altre citazioni che ricordo, ma che chiaramente dovrò documentare.
E parleremo anche di quanto sollevato nel merito da MM.
Un cordiale saluto.
Paolo.
paolo
 
Messaggi: 8
Iscritto il: gio dic 11, 2008 9:15 am

Re: Presentazioni

Messaggioda Marco » gio nov 19, 2009 4:28 pm

Paolo,
è cosa nota che le mie dissertazioni verbali e scritte provochino reazioni nel bene e .........nel male :D
chi mi conosce lo sa :)
dimenticavo di aggiungere nella mia risposta ad Alessandro che condivido appieno quanto scrive la dott.ssa Mancini nel suo interessante studio nel paragrafo relativo al'istinto predatorio (pag 19) http://www.life-coex.net/files/Tesi%20Mancini.pdf
Dice: Tutto ciò non preclude che un cane da guardia del gregge non tenti di predare
animali selvatici quali lepri, piccole volpi, cerbiatti etc.. Nella mia esperienza in
campo ho potuto osservare frequentemente inseguimenti anche di cinghiali da parte
dei Pastori Maremmano-Abruzzesi in osservazione.
In considerazione di ciò si può affermare che nei cani da guardia del gregge l’istinto
predatorio è presente, ma non è esibito nei confronti degli ovini perché è stato
geneticamente selezionato nei secoli per avere questa caratteristica.

Ne più nemmeno quello che ho detto io o che sto cercando di dire.
aggiungerei io che nei nostri cani è importante la presenza del pastore senza di cui non lavorerebbero bene .
si potrebbe aggiungere per fare una battuta: I cani sono cani ma non sono scemi e se non mangiano gli agnelli è perchè sanno che se lo fcessero il padrone li bastonerebbe severamente.........
Prova ne è che spesso vengono alimentati con le carcasse delle pecore morte...
Per quanto riguarda i cinghiali uccisi confermo che è vero e ti dirò di più.
Tu Paolo non lo sai ma i cacciatori lo sanno bene e spesso mi chiedono cani per andare a cinghiai cosa che io non faccio essendo contrario.
e ti dirò di più: a Castel Del Monte i cacciatori hanno anche inscenato una protesta contro i cani perchè a loro era vietato cacciare e gli abruzzesi facevano razzia di cinghiali.
Ora ritrovo un articolo e te lo mando.
Prepara la cenere :mrgreen:
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: Presentazioni

Messaggioda Marco » gio nov 19, 2009 4:37 pm

Ecco la polemica di oggi fatta 10 anni fa...............
vi è anche la foto di ciò che resta del cinghiale
Allegati
Senza titolo-4.jpg
Senza titolo-4.jpg (218.36 KiB) Osservato 2418 volte
Senza titolo-3.jpg
Senza titolo-3.jpg (204.76 KiB) Osservato 2419 volte
Senza titolo-2.jpg
Senza titolo-2.jpg (140.9 KiB) Osservato 2418 volte
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: Presentazioni

Messaggioda MariusMatutiae » gio nov 19, 2009 5:17 pm

Immagino inutile dire che io sottoscrivo quel che ha detto Marco, parola per parola. Giusto per nostro divertimento,
c'è stato qualche anno fa un bel servizio di una trasmissione di NatGeoWild (Dogs with Jobs) sul povero
Sirio di Michele e sui suoi cani. Il servizio si trova qui,

http://www.youtube.com/v/uNgf3qJY40E

e la referenza appare in fondo ad una pagina del sito dell'allevamento di Sirio di Michele, il Velino-Sirente,

http://www.velino-sirente.com/foto.htm

Nel servizio, SdM dice chiaramente (in italiano): è un cane molto bravo, ha già ucciso un lupo ed un cinghiale....
MariusMatutiae
 
Messaggi: 18
Iscritto il: mer set 16, 2009 11:57 am
Località: Castiglione d'Orcia

Re: Presentazioni

Messaggioda MariusMatutiae » ven nov 20, 2009 10:46 am

Motivato da Marco, ho letto anch'io la tesi della Mancini. E vi ho trovato il seguente interessante passaggio, a ulteriore sostegno
di quello che Marco ci ha sempre detto sul cane da pecora (pag. 86 di 95):

Inoltre, scopriamo il comportamento predatorio nei confronti della fauna selvatica (lepri, cerbiatti, volpi, etc.): quasi tutti i
cani inseguono tali animali (9 maschi e 3 femmine) e 7 tra i maschi spesso li uccidono e li mangiano.

Vorrei sottolineare che si tratta di 7 esemplari su un campione di 15, e che tutti i 15 sono esemplari addetti alla difesa
delle greggi, osservati dalla Mancini durante il loro lavoro.

Spero che adesso Paolo e Alessandro abbiano il coraggio di ammettere l'errore in cui sono incorsi. Se invece neanche le
osservazioni di uno studioso distaccato e imparziale (in altre parole, uno scienziato), TERZO rispetto alla discussione
in questione, bastano a persuadervi, vuol dire che le discussioni non servono a nulla.

Un cordiale saluto a tutti,

MM
MariusMatutiae
 
Messaggi: 18
Iscritto il: mer set 16, 2009 11:57 am
Località: Castiglione d'Orcia

Re: Presentazioni

Messaggioda paolo » ven nov 20, 2009 4:28 pm

Sicuramente interessante la pagina relativa alla caccia ai cinghiali da Te pubblicata, anche se già avevo avuto modo sentire casi simili, basta parlare con Medardo Sansoni per sentire le gesta dei suoi cani contro i cinghiali.
In effetti io sono scettico sul "singolo cane" contro un cinghiale, in branco non c'è dubbio che ciò avvenga con frequenza.
Altra riflessione che mi viene spontanea è la seguente.
Io definisco basso istinto predatorio per il fatto che il ns. cane attacchi delle prede al fine di sfamarsi o per difesa.
A differenza del lupo che ammazza ben oltre le necessità alimentari, i tuoi contributi sul sito sono eloquenti, per cui entrando nel gregge fa strage in modo indiscriminato.
Correggimi se sbaglio, dalle Tue parti si dice che l' orso è galantuomo perchè ammazza solo ciò che può mangiare a differenza appunto del lupo. Io quindi definisco il lupo ad alto livello predatorio, mentre il cane che ammazza solo per necessità strettamente alimentari o per difesa, ma non per "passatempo", lo ritengo a basso istinto, in quanto teso solo alla sopravvivenza. Anche l' articolo da Te ieri riportato parlava appunto di cani affamati.
Forse la linea di confine è questa ?
Cordialmente.
Paolo.
paolo
 
Messaggi: 8
Iscritto il: gio dic 11, 2008 9:15 am

Re: Presentazioni

Messaggioda mimmocelentano » ven dic 04, 2009 3:05 pm

in tutto quello che dite vedo solo tanta confusione ,alcune cose vere alcune cose fantasia io penso che l'istinto predatorio ce in tutti gli animali carnivori compreso l'uomo poi dipende dal soggetto ,ogni cane cresciuto da cucciolo caratterialmente ha l'esenbianze che il suo padrone gli ha inposto volutamente oinvolontariamente, il mio cucciolo quando vede un altro cane o per strada o vicino casa diventa un pazzo lo stesso il mio pastore tedesco (1000volte piu inteligente).quindi non distinguiamo le razze ma ogni singolo soggetto.
mimmocelentano
 
Messaggi: 112
Iscritto il: mer ott 28, 2009 3:06 pm

Re: Presentazioni

Messaggioda Alfredo3 » gio apr 22, 2010 12:29 pm

usufrusisco di questo spazio per salutare tutti, mi sono iscritto da poco e sono un accanito fan dei cani da pastore guardiani, innamorato del cane da pastore dell'asia centrale, del maremmano abruzzese e del sarplaninac, in particolare. Ho 25 anni e possiedo due cani meticci (un labrador/maremmano abr. e una meticciotta di piccola taglia).
Sarà con mio grande piacere che seguirò con interesse i Vostri consigli.
Alfredo da Terracina LT.
Un saluto.
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Precedente

Torna a Abruzzesi - Maremmani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron