Una domanda per chi ha un pastore M.A

Forum dedicato agli amanti dei grandi cani custodi del gregge Italiani: l'Abruzzese ed il Maremmano.

Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Neofita » ven apr 08, 2011 10:04 am

Ciao,
mi sono iscritto a questo sito perché ormai da molti mesi sto pensando di prendere un pastore maremmano-abruzzese e non mi sono ancora deciso a farlo.
Per farla breve, visto che si legge molto sui problemi che talvolta capitano con questi cani e anche chi scrive in siti come questo spesso lo fa per avere suggerimenti in caso di difficoltà, vorrei provare a chiedere il contrario, cioè:
chi ha un pastore maremmano abruzzese maschio ed adulto e non ha avuto alcun problema con il proprio cane??
Per 'problema' intendo: fughe, morsicate o atteggiamento aggressivo verso persone note oppure verso sconosciuti ma in presenza del padrone.

Grazie a chi vorrà raccontare la sua.
Neo
Neofita
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven apr 08, 2011 8:52 am

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Marco » ven apr 08, 2011 12:07 pm

Ciao caro neofita,
io posso parlare della mia esperienza e di quelle che mi arrivano da altre persone con altri cani non miei.
per i mei cani posso dire:
fughe: ogni tanto possono farle ma dipende da cane a cane.
I cani attuali non si muovono da dove sono ma in passato ho avuto cani che la passeggiatina se la facevano.
Poi dipende dalle cattive compagnie, se hanno amici che fanno le fughe loro gli vanno appresso.
Morsicature e aggressioni: io non ne ho mai avute ed i miei cani sono molto docili con i visitatori almeno in mia presenza.
posso dire poi che ogni tanto mi chiama qualcuno per avere consigli su problemi avuti con cani presi in varie parti eoltra alle morsicature vi sono problemi fisici vari o magari problemi nel trovare una nuova sistemazione ai loro cani.
Le casistiche sono le più disparate e anche qui potrai trovare diverse persone che hanno postato le loro esperienze.
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Buck » ven apr 08, 2011 1:21 pm

Io credo che le caratteristiche della razza siano realtive, molto dipende dall'educazione, dal tempo, e dalla cura che dedichiamo ai nostri animali. Un cane non morde senza motivo..Per quanto mi riguarda fino ad ora il mio cane non ha dimostrato nessun comportamento da te citato.
Buck
 
Messaggi: 18
Iscritto il: dom nov 28, 2010 11:37 am

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Neofita » ven apr 08, 2011 2:37 pm

Vi ringrazio per queste prime (e rassicuranti) risposte, spero che ne arrivino altre.
E' chiaro che anche secondo me molto dipende da come viene allevato il cane, e poi magari ogni soggetto ha sue caratteristiche specifiche, altrimenti non avrei praticamente deciso di prendere questo cane.
La cosa che mi è sembrata strana è il fatto che anche su questo sito, certamente frequentato da persone preparate e amanti della razza, ho letto di situazioni per me anomale.
Da qui il tentativo di fare un censimento di esperienze invece positive.
Vediamo se qualcun altro mi racconta come è andata.
Ciao
Neofita
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven apr 08, 2011 8:52 am

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda mimmocelentano » dom apr 10, 2011 8:03 pm

ciao neofita allora ,io sono uno che ama il cane in generale no una singola razza quindi ne ho avuti di diversi e ti dico che il pma di notte e un gran guardiano di giorno se lo porti in giro con te e il cane piu sicuro al mondo bisogna stare attenti alle persone che si avicinano al cane , in fatto di fughe il mio mi ha fatto inpazzire e fuggito diverse volte per fortuna sono riuscito a trovarlo.e un cane autonomo pensa con la sua testa e se decide una cosa la fa' quindi bisogna crescerli con cura in modo che da adulto lo conoscierai come le tue tasche e non avrai nessun problema w il pma ciao
mimmocelentano
 
Messaggi: 112
Iscritto il: mer ott 28, 2009 3:06 pm

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda MariusMatutiae » mer apr 13, 2011 10:07 am

Caro neofita,

per quel che riguuarda le fughe, dipende dai cani. Avevo un maschio che adorava allontanarsi
per poi tornare, ora ho tre cani comandati da una femmina che non si allontanano mai. So di
femmine bighellone e di altre casalinghe. Un po' dipende da qual'è il lavoro del cane (hai pecore?),
da come lo cresci, e infine dall'eventuale presenza di femmine in calore. Qualche
allontanamento lo puoi mettere in conto, ma a me non è mai capitato di vederne durante il
lavoro: se il cane deve difendere la casa, non se ne va. Dunque, se lo responsabilizzi, e gli
fai capire che sei contento che lui difenda la casa, resterà a compiere il suo lavoro, tranne
forse se c'è qualche femmina in calore nelle vicinanze.

Diversa è la questione del mordere. Il cane è un animale sociale, appartiene ad un
branco allargato del quale fanno parte anche il padrone e la sua famiglia. In questo
branco c'è chi si deve far carico della sicurezza dell'intero gruppo, e dunque allontanare
gli estranei. Questo è il lavoro del capo del gruppo, e se assumi tu il ruolo, il cane
aspetterà il tuo consenso prima di prendere iniziative pericolose per gli estranei. Se
lasci invece che sia il cane a diventare il capo, sarà lui che giudicherà i pericoli,
e li affronterà con i mezzi che la natura gli mette a disposizione. Dunque è
fondamentale spiegare al cane, in termini che LUI possa capire, che sei tu ad
esercitare il controllo.

Questo argomento non è limitato ai cani da pecora abruzzesi, ma è comune a tutti
i cani, anche ai chihuahua. Dunque non esiste una particolare ragione per scegliere
(o non scegliere) gli abruzzesi invece di altre razze, perchè in ogni caso ti toccherà
svolgere lo stesso lavoro indipendentemente dalla razza. E credimi, perfino un Jack
Russell, se si crede il capo branco, è un bel poblema per una famiglia.

Quali sono i modi per intendersi col proprio cane? Semplici, e tutti assolutamente
non violenti. Inizialmente puoi guardare come si comporta la gente iper-esperta
come Marco (dovresti vedere quanto velocemente tornano nei loro canili i cani
quando Marco li chiama!), poi puoi cercare aiuto in rete. Io ho
trovato molto utile questa pagina Web,

http://www.dallapartedelcane.it/

ma anche le trasmissioni (Dog Whisperer) di Cesar Mellan
su NatGeoWild (canale 409 di Sky). In ogni caso, non c'è nulla di
difficile nè di misterioso.

E' importante che tu ti ricordi che il cane vive in
una società gerarchica, e ignora il concetto di democrazia, e che la tua
prominenza su di lui gli va ricordata spesso: la mia cagnona ricorda agli altri
due che dopo di me comanda lei svariate volte al giorno. E, una volta che
l'ordine e la disciplina sono stati stabiliti, ci sarà il tempo per l'affetto (ma
solo dopo!). In ogni caso, ti divertirai moltissimo!

MM
MariusMatutiae
 
Messaggi: 18
Iscritto il: mer set 16, 2009 11:57 am
Località: Castiglione d'Orcia

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Neofita » mer apr 13, 2011 4:25 pm

Grazie per le informazioni. Andrò a vedere il link. Una curiosità: ho in parte letto un libro di una inglese (mi pare si chiami Fennel) 'Ascolta il tuo cane'. Non se lo conosci ma mi pare abbia qualche affinità con quanto mi dici a proposito del ruolo del cane nella famiglia. La lettura (parziale) di questo libro mi ha lasciato un po' perplesso per via della mia precedente esperienza con un cane, un meticcio di taglia media-grande che è stato con me per ben 14 anni. Ho provato a rileggere i comportamenti del mio cane secondo le chiavi di lettura di quel libro.. ma non mi tornano molte cose.
Credo sia tuo il post in cui descrivi alcuni comportamenti indicativi del ruolo che il cane pensa di avere in famiglia. Se ricordo bene gli esempi erano: se tira molto al guinzaglio e litiga con altri cani (nel mio caso maschio con maschio) è indice che pensa di essere lui il capobranco; se invece ha l'abitudine di appoggiarsi contro il padrone con il retro dimostra di riconoscere nel padrone il capobranco. Bene, il mio cane faceva entrambe le cose. Anzi, adesso che non c'è più, ricordo con nostalgia le scarpe rovinate dai suoi unghioni perché appoggiandosi a me faceva un mezzo giro strusciandosi sulle mie gambe e regolarmente mi pestava i piedi. Non ho certo la pretesa di essere un gran conoscitore del comportamento dei cani (in fin dei conti ho osservato con attenzione solo il mio) però la sua litigiosità con gli altri maschi penso fosse semplicemente il modo per stabilire la gerarchia tra di loro, non con me e tanto meno istinto di protezione nei miei confronti, abitando poi (allora) in città, densamente abitata di umani ma anche di cani, ogni incontro era un nuovo incontro o una partita lasciata in sospeso grazie al mio intervento il giorno prima. Analogo per il guinzaglio. Senza il guinzaglio mio cane era molto ubbidiente (mai sparito, sempre nei paraggi), con il guinzaglio tirava. Sarà stato un capobranco? Boh! Certo che su tutto il resto (toglierli la pappa da sotto il naso, 'mandarlo in castigo' quando era il caso, ubbidienza ai comandi pur non avendo mai fatto corsi, né io né lui, etc.etc.) non ho mai avuto alcun tipo di problema.
Proverò comunque a leggere quanto mi hai segnalato e vedere se mi è più chiaro.

Ciao e grazie
neo
Neofita
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven apr 08, 2011 8:52 am

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Alfredo3 » gio apr 14, 2011 10:10 pm

Ciao Neofita, un consiglio che ti posso dare è comunque di RAPPRESENTARE il CAPOBRANCO in ogni situazione.
Il libro di Jan Fennell l'ho letto anche io, ma ne ho letti molti altri scoprendo ce ognuno ha le sue idee e interpretazioni.
Millan, Masson, Fennell, Sims, Kerasote, Danilo Mainardi, Fogle, Dodmann, ecc ecc sono tutti autori con idee personali diverse su tanti fronti ma concordi su una. Noi dobbiamo essere il capobranco, loro i gregari. C'è pure un piccolo opuscolo di Barry Eaton: Dominanza: realtà o mito? che va contro corrente, cioè non crede che i cani sognino di conquistare la Famiglia e il poi il Mondo, ma è concorde che sul fatto che noi abbiamo il dovere di esser Leader. Il leader d'altronde non è un capo. è una persona carismatica, sicura di se, che sa farsi rispettare e seguire per le qualità caratteriali, non tramite la coercizione.
Un Leader è chi si fa amare dalla gente, che fiduciosa lo segue di sua spontanea volontà. E così dovrebbe essere per il cane (animale sociale quanto l'uomo);

Sul fatto che il tuo cane mostri atteggiamenti discordanti sarà perché si ritiene leader in alcune circostanze e meno in altre ma Dog Whisperer può illuminarti molto sul come tenere a freno l'esuberanza del cane. Comunque la prossima voltà approfondirò tale argomento, perché pure il mio cane al guinzaglio, nei posti nuovi tira come un cavallo (è un incrocio labrador maremmano) ma in altre circostanze con uno sguardo ci intendiamo e fa ciò che penso (senza dover ricorrere a comandi).

a presto.
ALFREDO.
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Marco » ven apr 15, 2011 5:20 am

Alfredo3 ha scritto: perché pure il mio cane al guinzaglio, nei posti nuovi tira come un cavallo (è un incrocio labrador maremmano) ma in altre circostanze con uno sguardo ci intendiamo e fa ciò che penso (senza dover ricorrere a comandi)


lo fa per paura perchè vuole tornare in ambienti in cui lui si sente più tranquillo.
Marco
 
Messaggi: 543
Iscritto il: mar ago 09, 2005 8:30 pm
Località: Abruzzo

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Neofita » gio apr 28, 2011 9:36 am

Infine, ho deciso.
A giugno vado a prendere il cucciolotto, già visto e 'prenotato'.

Ciao

Neofita
Neofita
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven apr 08, 2011 8:52 am

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Alfredo3 » sab apr 30, 2011 12:28 pm

Allora Tanti AUGURI. Un consiglio che ti posso dare è VIVITELO GIORNO PER GIORNO AL MASSIMO. se, per motivi vari (lavoro, viaggi ecc) dovrai trascurarlo impegnati per recuperare a pieno il tempo perduto. Non essendo un cane dipendente dal proprietario ti basteranno lunghe passeggiate nella natura per renderlo felice, per questo preferisco i cani da pastore a Labrador, Molossoidi vari, Terrier e Cani da caccia (che comunque stimo molto).
A presto.
ALFREDO.
Alfredo3
 
Messaggi: 165
Iscritto il: mer apr 21, 2010 12:23 pm
Località: Terracina

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda luc » mar mag 24, 2011 2:46 pm

aggiungo anche la mia esperienza, che però riguarda una femmina di otto mesi e quindi è da prendere con cautela:
finora nessun problema, fughe zero (la porto spesso nei boschi o in montagna, sempre rigorosamente senza guinzaglio tranne quando si attraversano centri abitati o ci sono strade vicino)
morsicature zero, anzi ho il problema opposto, tende a voler giocare con tutti, persone o altri cani, nei mesi scorsi in modo anche troppo esuberante, adesso finalmente si è un po' calmata, ma quando siamo presenti noi non ha mai dato alcun segno di aggressività

però tieni anche presente che ci abbiamo investito un sacco di tempo e di impegno per socializzarla al meglio, anche con l'aiuto di un educatore cinofilo

Luc
luc
 
Messaggi: 4
Iscritto il: sab apr 09, 2011 1:24 pm

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Neofita » ven mag 27, 2011 12:25 pm

Grazie anche a Luc.
Neofita
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven apr 08, 2011 8:52 am

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda stefano-d.m. » sab giu 11, 2011 9:54 am

Ciao Neofita, anche io volevo raccontarti alcune mie esperienze, io ho 3 pma adulti tutti molto docili, giocano con chiunque e non aspettano altro che qualche carezza.
Quando avevano 6 mesi ,però, è venuto a casa un signore...non sono sicuro del lavoro che faccia....so che ha delle pecore, dei terreni...e ha circa 60 anni...con il viso molto segnato e tutti e tre i cani, che allora erano cuccioli, sono corsi e abbaiavano a questo signore e si sono messi ad arco tra me e lui...
adesso sono passati più di due anni e la cosa quest'inverno si è ripetuta...non lo hanno morsicato, neanche ringhiato, abbaiano solo e non vogliono che questo signore si avvicini più di tanto...non ci siamo mai spiegati questa cosa ma è accaduta solo con lui...

Per quanto riguarda le fughe: noi siamo in un piccolo paese e ci conosciamo quasi tutti, d'estate i nostri cani lavorano con metà dei pastori del paese e l'inverno, invece, tornano a casa... e guarda caso quest'inverno il capobranco è mancato a casa per 3 giorni interi... ci siamo disperati perchè è davvero il più bravo e il più bello di tutta la nostra piccola zona... ci hanno telefonato per avvertirci che lo avevano visto... e per 3 giorni è rimasto seduto davanti alla stalla di un pastore che ha le pecore guardando la strada... per 3 giorni interi!!.. non è mai mancato altre volte... c'è da dire che quelle pecore che ha custodito per tre giorni sono parte delle stesse che custodisce d'estate..

Ho voluto dirti la mia esperienza sperando che ti possa essere utile...
Un saluto.
stefano-d.m.
 
Messaggi: 17
Iscritto il: lun gen 24, 2011 12:25 pm

Re: Una domanda per chi ha un pastore M.A

Messaggioda Neofita » mar giu 14, 2011 8:55 am

Grazie anche per queste info.
A dire la verità anche il mio vecchio cane, l'essere più docile e mansueto del mondo nonostante la taglia (2 volte i ladri in casa...) qualche volta aveva delle reazioni simili a quelle che hai descritto tu. Anche nel suo caso sembrava sensibile a qualche particolarità estetica: ricordo una signora con un piumone nero lungo fino ai piedi che gli aveva fatto addirittura alzare il pelo.
Comunque ormai ci siamo!
Come ha scritto su questo stesso forum la persona con cui ho condiviso la scelta, tra pochissimi giorni andiamo a prendere il nostro cucciolone.
A breve quindi foto e benvenuto nel forum!

CIAO

Neo
Neofita
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven apr 08, 2011 8:52 am


Torna a Abruzzesi - Maremmani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite